d
c

Progetto Sintetico

In questi ultimi trenta anni, l’Italia ha subito danni economici e di immagine notevoli, grazie all’opportunismo, arrivismo, egoismo, onnipotenza ed in tantissimi casi situazioni truffaldine, da parte di tutti i partiti politici, organizzazioni, corporazioni e a volte istituzioni. Oggi assistiamo allo smantellamento di quasi tutte le conquiste fatte dal popolo italiano sia dal punto di vista economico
che sociale, data l’impossibilità da parte di tutte le istituzioni ad affrontare seriamente il problema e soprattutto agire. E’ arrivato il momento di dire basta !!!!. Ci sono riforme da mettere sul campo immediatamente in modo da poter poi perfezionare tutto quello che il popolo chiede.

Riforma dello Stato.
Abolizione della camera del senato. Abolizione del Presidente della Repubblica ed elezione diretta del Presidente del Consiglio. Abolizione di tutto ciò che e’ stato istituito negli ultimi decenni da parte del sistema partitocratico (tutto ciò che ruota intorno ai partiti e ai politici).
Riorganizzazione di tutti gli apparati dello stato.
Riorganizzazione di tutti gli organi di controllo (fisco, giustizia, istituzioni).
Riorganizzazione del sistema di sicurezza del nostro paese, non solo militare ma anche civile.
Queste sono alcune delle riforme che consentiranno al paese di ottenere risparmi di miliardi e miliardi di euro (centinaia di migliaia di miliardi).

Riforma del fisco.
Abbassamento drastico delle percentuali di irpef e inps suddivise in 4 aliquote. Detrazione del 100% di qualsiasi spesa sostenuta.
Automatica riforme delle pensioni con innalzamento delle minime, cifra max. di pensione, indipendentemente dai contributi versati, abbassamento della età pensionabile con minimo di 33 anni di contributi. L’ufficio più potente del nostro paese sarà l’ufficio delle entrate, dotato di un suo tribunale fiscale dotato di nuove leggi civili/penali sulla finanza. Abolizioni di tutte quelle forme agevolate (fiscali/amministrative) nei confronti di qualsiasi entità partitocratica.
Queste sono alcune riforme che consentiranno di aumentare gli investimenti nel nostro paese da parte di imprenditori italiani e stranieri, con conseguente aumento di lavoro, consumi, entrate fiscali e sconfitta della povertà, e problemi dei più deboli.

Riforma della Giustizia.
Riorganizzazione dei tribunali penali e civili con la caduta/carica dei giudici tramite giudizio del popolo. Elezione del capo dei tribunali da parte del popolo. Abolizioni di tutte quelle leggi a favore del sistema partitocratico e ripristino/presentazioni di leggi a favore del popolo. Legge sulla sicurezza nazionale.

Queste sono alcune delle riforme strutturali (molto sintetiche) da fare subito. Il tutto è da completare dettagliatamente con ulteriori riforme e, correzioni e abolizioni. Potrà essere reso pubblico solo durante il congresso nazionale. Il subito dipende dai numeri che noi avremo in fase elettorale. Solo in questo modo avremo la possibilità di essere una potenza economica europea e mondiale dando la possibilità al popolo di avere una qualità della vita migliore.